Adenocarcinoma endocervicale

Cos'è l'adenocarcinoma endocervicale?

L'adenocarcinoma endocervicale è un tipo di cancro cervicale. Il tumore si sviluppa nella cervice dal ghiandole normalmente presente nel canale endocervicale. La maggior parte delle volte l'adenocarcinoma endocervicale si sviluppa da un tipo di cancro non invasivo chiamato adenocarcinoma in situ (AIS).

la cervice

La cervice fa parte del tratto genitale femminile. Si trova nella parte inferiore dell'utero dove forma un'apertura e un canale nella cavità endometriale dell'utero.

La superficie esterna della cervice è rivestita da due tipi di cellule che formano una barriera chiamata epitelio. La prima parte della cervice è chiamata esocervice ed è rivestita da cellule squamose. La seconda parte della cervice è chiamata canale endocervicale ed è rivestita da cellule di forma rettangolare che si collegano tra loro per formare piccole strutture chiamate ghiandole. Il tessuto sotto l'epitelio è chiamato the stroma ed è costituito da tessuto connettivo e vasi sanguigni.

Quali sono le cause dell'adenocarcinoma endocervicale?

La maggior parte dei tumori è causata da un virus chiamato papilloma-virus umano (HPV). Il virus infetta le cellule sulla superficie della cervice. Nel tempo, queste cellule si trasformano in cellule cancerose. I patologi spesso cercano indirettamente l'HPV eseguendo un test chiamato immunoistochimica per una proteina chiamata p16. Le cellule infettate da HPV saranno positive per p16.

Come fanno i patologi a fare questa diagnosi?

La diagnosi di adenocarcinoma endocervicale viene solitamente effettuata dopo che un piccolo campione di tessuto è stato rimosso dalla cervice durante un Pap test. La diagnosi può essere fatta anche dopo che un campione di tessuto più grande è stato rimosso in a biopsia or resezione.​ Dopo la diagnosi iniziale, alla maggior parte dei pazienti viene offerto un intervento chirurgico per rimuovere l'intero tumore.

Cellule infettate con tipi di ad alto rischio papilloma-virus umano (HPV) producono grandi quantità di una proteina chiamata p16. Il tuo patologo può eseguire un test chiamato immunoistochimica per cercare p16 all'interno delle cellule anormali.

Questo test confermerà la diagnosi di adenocarcinoma endocervicale ed escluderà altre condizioni che possono sembrare adenocarcinoma endocervicale al microscopio. Quasi tutti i casi di adenocarcinoma endocervicale sono descritti come positivi o reattivo per p16, il che significa che il tuo patologo ha visto la proteina p16 nelle cellule tumorali.

adenocarcinoma endocervicale

Cosa cercare nel referto dopo che il tumore è stato rimosso

Classe

Classe è una parola usata dai patologi per descrivere la differenza tra le cellule cancerose e le cellule normali nel canale endocervicale. Perché le cellule normali nella cervice si connettono per formare ghiandole, l'adenocarcinoma è diviso in 3 gradi in base a quanto del tumore è costituito da ghiandole e quanto sembrano cellule normali.

  • Ben differenziato – Le cellule tumorali formano principalmente ghiandole, con solo una piccola percentuale delle cellule tumorali che crescono in modo solido. Anche le singole cellule tumorali sembrano solo leggermente anormali rispetto alle normali cellule colonnari.
  • Moderatamente differenziato – Alcune ghiandole sono ancora visibili e le cellule tumorali hanno un aspetto diverso dalle normali cellule colonnari.
  • Poco differenziato – Le cellule cancerose crescono per lo più in modo solido con pochissime ghiandole. Anche le singole cellule tumorali sembrano molto anormali rispetto alle normali cellule colonnari. I tumori scarsamente differenziati crescono più rapidamente e hanno maggiori probabilità di diffondersi ad altre parti del corpo.
Dimensione del tumore

Questa è la dimensione del tumore, misurata in tre dimensioni. La dimensione del tumore non può essere misurata su tessuto da a pap test.​ La dimensione del tumore viene utilizzata per determinare lo stadio del tumore (vedi Stadio patologico di seguito).

  1. Lunghezza – Il tumore viene misurato dall'alto verso il basso.
  2. Larghezza – Il tumore viene misurato da un lato all'altro.
  3. Profondità di invasione – Il tumore viene misurato dal epitelio sulla superficie della cervice alle cellule tumorali nel punto più profondo di invasione.
Estensione della malattia

Campioni di tessuto più grandi vengono solitamente inviati per l'esame patologico come un unico pezzo di tessuto e il tessuto viene quindi diviso in più sezioni prima di essere esaminato al microscopio. Il tuo patologo descriverà il numero di pezzi (o "blocchi" come vengono spesso chiamati) che mostrano adenocarcinoma o AIS nel tuo rapporto.

A volte verranno prelevati altri campioni di tessuto per determinare se il tumore si è diffuso al di fuori della cervice. Un tumore che si è diffuso al di fuori della cervice è associato a un peggioramento prognosi e viene utilizzato per determinare lo stadio del tumore (vedi Stadio patologico di seguito).

Estensione del tumore

L'estensione del tumore descrive la distanza che le cellule tumorali hanno percorso dal loro punto di partenza nella cervice. Tutti i tumori iniziano nella cervice, tuttavia i tumori più grandi possono crescere fino a coinvolgere l'endometrio, la vagina, la vescica o il retto.

Il tessuto molle che circonda e sostiene la cervice è chiamato parametrio. Questo tessuto sarà attentamente esaminato per le cellule tumorali. Il tuo patologo può determinare l'estensione del tumore solo dopo che l'intero tumore è stato rimosso. Non sarà descritto nel tuo rapporto dopo un pap test.

L'estensione del tumore nel parametrio o in altri organi intorno alla cervice è associata a un peggioramento prognosi e viene utilizzato per determinare lo stadio del tumore (vedi Stadio patologico di seguito).

Invasione stromale

Il tessuto sotto l'epitelio è chiamato the stroma. Quando le cellule cancerose entrano nello stroma si chiama stromale invasione. Dopo aver esaminato il campione di tessuto, il tuo patologo misurerà la quantità di invasione stromale in due direzioni:​

  1. Profondità di invasione – Questa è la quantità di invasione misurata dalla superficie del tumore al punto più profondo di invasione.
  2. Estensione orizzontale dell'invasione – Questa è la quantità di invasione misurata da un lato all'altro del tumore.​

La dimensione dell'invasione stromale non è la stessa della dimensione del tumore perché la dimensione del tumore include anche qualsiasi AIS che potrebbe trovarsi al di sopra dell'area di invasione. Per questo motivo, la dimensione del tumore può essere maggiore della dimensione dell'invasione stromale.

La quantità di invasione stromale viene utilizzata per determinare lo stadio del tumore (vedi Stadio patologico di seguito). In generale, una minore invasione stromale è associata a una migliore prognosi mentre una maggiore invasione è associata a una prognosi peggiore.

Invasione linfovascolare

Il sangue si muove intorno al corpo attraverso tubi lunghi e sottili chiamati vasi sanguigni. Un altro tipo di fluido chiamato linfa che contiene rifiuti e cellule immunitarie si muove nel corpo attraverso i canali linfatici.

invasione linfovascolare

Le cellule tumorali possono utilizzare i vasi sanguigni e i vasi linfatici per spostarsi dal tumore ad altre parti del corpo. Viene chiamato il movimento delle cellule tumorali dal tumore a un'altra parte del corpo metastasi.

Prima che le cellule tumorali possano metastatizzare, devono entrare in un vaso sanguigno o linfatico. Questo è chiamato invasione linfovascolare. L'invasione linfovascolare aumenta il rischio che le cellule tumorali vengano trovate in un linfonodo o in una parte distante del corpo come i polmoni.

Linfonodi

Linfonodi sono piccoli organi immunitari situati in tutto il corpo. Le cellule tumorali possono viaggiare dal tumore a un linfonodo attraverso i canali linfatici situati all'interno e intorno al tumore (vedi sopra Invasione linfovascolare). Viene chiamato il movimento delle cellule tumorali dal tumore a un linfonodo metastasi.

Linfonodo

Il tuo patologo esaminerà attentamente tutti i linfonodi per le cellule tumorali. I linfonodi che contengono cellule cancerose sono spesso chiamati positivi mentre quelli che non contengono cellule cancerose sono chiamati negativi. La maggior parte dei rapporti include il numero totale di linfonodi esaminati e il numero, se presente, che contengono cellule cancerose.

I linfonodi sullo stesso lato del tumore sono chiamati ipsilaterali mentre quelli sul lato opposto del tumore sono chiamati controlaterali.

I linfonodi esaminati sono generalmente divisi in quelli che si trovano nella pelvi e quelli che si trovano intorno a un grande vaso sanguigno nell'addome chiamato aorta. I linfonodi che si trovano intorno all'aorta sono chiamati para-aortici.

Se vengono trovate cellule cancerose in un linfonodo, la dimensione dell'area interessata dal cancro sarà misurata e descritta nel tuo rapporto.​

  • Cellule tumorali isolate – L'area all'interno del linfonodo con le cellule tumorali ha una dimensione inferiore a 0.2 millimetri.
  • Micrometastasi – L'area all'interno del linfonodo con le cellule tumorali è superiore a 0.2 millimetri ma di dimensioni inferiori a 2 millimetri.
  • Macrometastasi – L'area all'interno del linfonodo con le cellule tumorali ha una dimensione superiore a 2 millimetri.

Cellule cancerose trovate in a linfonodo è associato a un rischio più elevato che le cellule tumorali si trovino in altri linfonodi o in un organo distante come i polmoni. Il numero di linfonodi con cellule cancerose viene utilizzato anche per determinare lo stadio linfonodale (vedi Stadio patologico di seguito).

Margini

A margine è un tessuto che deve essere tagliato dal chirurgo per rimuovere il tumore dal corpo. I pap test non hanno margini.

Se hai subito una procedura chirurgica per rimuovere l'intero tumore dal tuo corpo, il tuo patologo esaminerà attentamente il margine per assicurarsi che non ci siano cellule cancerose sul bordo tagliato del tessuto.

Margine

Il numero e il tipo di margini dipenderanno dal tipo di procedura eseguita per rimuovere il tumore dal corpo. I margini tipici includono:

  • Margine endocervicale - Qui è dove la cervice incontra l'interno dell'utero.
  • Margine ectocervicale – Questo è il fondo della cervice, più vicino alla vagina.
  • Margine profondo – Questo è il tessuto all'interno della parete della cervice.
  • Margine radiale – Questo è il tessuto molle che circonda la cervice. Il margine radiale sarà descritto nel tuo rapporto solo se hai rimosso l'intera cervice e l'utero contemporaneamente.

Un margine è considerato positivo quando le cellule tumorali sono visibili sul bordo del tessuto tagliato. Se AIS è visibile al margine che sarà anche descritto nel tuo rapporto. Trovare cellule cancerose al margine aumenta il rischio che il tumore ricresca in quella posizione.

Stadio patologico (pTNM)

Lo stadio patologico dell'adenocarcinoma endocervicale della cervice si basa sul sistema di stadiazione TNM, un sistema riconosciuto a livello internazionale originariamente creato dalla Comitato misto americano sul cancro.

Questo sistema utilizza le informazioni sul primario tumore (T), linfonodi (N), e distante metastatico malattia (M) per determinare lo stadio patologico completo (pTNM). Il tuo patologo esaminerà il tessuto presentato e assegnerà a ciascuna parte un numero. In generale, un numero più alto significa una malattia più avanzata e una peggiore prognosi.

Stadio del tumore (pT) per adenocarcinoma endocervicale
  • T1a – I tumori di questa categoria sono stati riscontrati solo dopo che il tessuto è stato esaminato al microscopio. Questi tumori hanno anche una profondità di invasione di 5 millimetri o meno E e una diffusione orizzontale di 7 millimetri o meno (vedi Invasione stromale sopra).
  • T1b – Il tumore è stato visto dal medico durante l'esame obiettivo OR la profondità di invasione è maggiore di 5 millimetri OR la distanza orizzontale maggiore di 7 millimetri.
  • T2a – Il tumore si estende al di fuori dell'utero ma non nel parametrio (vedi sopra Estensione del tumore).
  • T2b – Il tumore si estende nel parametrio.
  • T3a – Il tumore si estende alla parte inferiore della vagina.
  • T3b – Il tumore si estende nella parete del bacino OPPURE il tumore ha causato una lesione al rene.
  • T4 – Il tumore si estende nella vescica o nel retto OR il tumore si estende al di fuori del bacino nell'addome.
Stadio nodale (pN) per adenocarcinoma endocervicale
  • NX – Nessun linfonodo è stato inviato a patologia per esame.
  • N0 – Non sono state trovate cellule cancerose in nessuno dei linfonodi esaminati.
  • N0(i+) – In un linfonodo sono state trovate solo cellule tumorali isolate.
  • N1 – In almeno un linfonodo è stato trovato un gruppo di cellule cancerose di dimensioni superiori a 0.2 millimetri.
Stadio metastatico (pM) per adenocarcinoma endocervicale

All'adenocarcinoma endocervicale viene assegnato uno stadio metastatico di 0 o 1 in base alla presenza di cellule tumorali in un sito distante nel corpo (ad esempio i polmoni). Lo stadio metastatico può essere assegnato solo se il tessuto proveniente da un sito distante viene sottoposto a esame patologico. Poiché questo tessuto è raramente presente, lo stadio metastatico non può essere determinato ed è indicato come MX.

di Emily Goebel, MD FRCPC, aggiornato l'11 marzo 2021
A+ A A-