Descrizione lorda



descrizione grossolana

Che cos'è una descrizione grossolana?

Quando un campione di tessuto arriva in laboratorio viene prima esaminato senza microscopio. I risultati di questo esame sono inclusi nella sezione di descrizione lorda del referto di patologia.

Tutti i referti di patologia includono una descrizione grossolana. La descrizione grossolana è una parte importante del processo diagnostico. Includerà informazioni come il tipo di tessuto ricevuto, la dimensione del tessuto (di solito in tre dimensioni) e la presenza di eventuali marker (di solito suture o inchiostro) lasciati dal chirurgo per orientare il tessuto.

Le informazioni più importanti nella descrizione grossolana riguarderanno l'identificazione di qualsiasi tessuto anomalo come a tumore. La descrizione di eventuali aree anormali includerà anche la dimensione, il colore, la forma e la relazione con il tessuto normale circostante. Verrà misurata anche la distanza dal tessuto anomalo al bordo tagliato del tessuto. Questa zona si chiama margine.

Selezione del tessuto per l'esame microscopico

Durante l'esame macroscopico verranno selezionati pezzi di tessuto e sottoposti all'esame microscopico. La descrizione grossolana descriverà qualsiasi area di tessuto campionato e le relazioni tra il tessuto campionato. Tutti i tessuti campionati vengono inseriti in blocchi o cassette etichettati che aiutano il patologo a identificarli in seguito. Ogni blocco diventa un vetrino che viene poi esaminato al microscopio dal patologo.

Chi esegue la descrizione lorda?

Nella maggior parte degli ospedali, la descrizione grossolana è preparata dall'assistente di un patologo, un professionista di laboratorio appositamente addestrato che trasmette le sue osservazioni al tuo patologo. Nello specifico, la descrizione grossolana dice al tuo patologo come appariva il tessuto prima di essere processato per l'esame microscopico. La descrizione grossolana può essere eseguita anche da specializzandi o borsisti di patologia anatomica.

A+ A A-