Gli eosinofili


21 Marzo 2023


eosinofili

Gli eosinofili sono un tipo di globuli bianchi (WBC) e una parte del sistema immunitario innato del corpo. Aiutano a proteggere il corpo da allergeni e infezioni. Se esaminati al microscopio, gli eosinofili sono piccole cellule di colore rosa brillante citoplasma. Il citoplasma della cellula è riempito con piccoli granuli rotondi e il nucleo ha due lobi.

Cosa fanno gli eosinofili?

Gli eosinofili sono progettati per uccidere e rimuovere i microrganismi, in particolare funghi e parassiti dal corpo. Lo fanno producendo e rilasciando sostanze chimiche tossiche per i microrganismi.

Dove si trovano normalmente gli eosinofili?

Dopo essere stati prodotti nel midollo osseo, gli eosinofili viaggiano nel sangue verso i tessuti di tutto il corpo. Il maggior numero di eosinofili si trova negli organi che entrano in contatto con l'ambiente esterno, inclusi stomaco, pelle e polmoni. Gli eosinofili si trovano spesso nelle aree di infiammazione cronica.

Condizioni mediche associate ad un aumento degli eosinofili

Disturbi allergici

  • Asma: una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree nella quale gli eosinofili svolgono un ruolo chiave infiammazione e costrizione.
  • Rinite allergica: comunemente nota come febbre da fieno, è caratterizzata da una risposta allergica che provoca prurito, lacrimazione, starnuti e altri sintomi simili.
  • Dermatite atopica: un tipo di eczema che è spesso associato a un numero elevato di eosinofili, che porta a infiammazione della pelle e prurito.

Infezioni parassitarie

  • Le infezioni parassitarie, soprattutto quelle causate da elminti (vermi), spesso portano ad un aumento della conta degli eosinofili poiché queste cellule sono importanti nella risposta immunitaria contro questi organismi.

Malattie autoimmuni

  • Esofagite eosinofila (EoE): una condizione infiammatoria dell'esofago spesso considerata autoimmune, in cui gli eosinofili svolgono un ruolo centrale.
  • Granulomatosi eosinofila con poliangioite (sindrome di Churg-Strauss): una malattia sistemica vasculite caratterizzata da asma, elevata conta di eosinofili e vasculite di vari sistemi di organi.

Tumori

  • Linfoma di Hodgkin: Un tipo di cancro del sistema linfatico, in cui può essere presente l'eosinofilia.
  • Leucemia eosinofila: una forma rara di leucemia in cui gli eosinofili vengono prodotti in quantità eccessive e sono disfunzionali.

Disturbi della pelle

  • Orticaria: nota anche come orticaria, in cui gli eosinofili possono essere coinvolti nella risposta infiammatoria.
  • Follicolite eosinofila: una malattia della pelle caratterizzata da protuberanze pruriginose e infiammate sulla pelle.

Disturbi gastrointestinali

Gastroenterite eosinofila: una condizione rara in cui gli eosinofili si accumulano nel tratto gastrointestinale, causando infiammazione e danni. Questa condizione può colpire qualsiasi parte del tratto gastrointestinale ma è particolarmente comune nello stomaco.

Reazioni ai farmaci

  • Sindrome DRESS (reazione da farmaco con eosinofilia e sintomi sistemici): una grave reazione ai farmaci che include l'eosinofilia.
  • Sindrome ipereosinofila (HES): gruppo di disturbi caratterizzati da livelli persistentemente elevati di eosinofili nel sangue per un periodo prolungato, senza una causa nota, che portano a danni a più organi.

Cosa significa eosinofilia?

Eosinofilia significa che nel sangue è presente un numero di eosinofili superiore al normale. Le cause dell’eosinofilia comprendono allergie, asma, reazioni ai farmaci, infezioni, disturbi del sangue compreso il cancro e malattie autoimmuni.

Cosa significa eosinopenia?

Eosinopenia significa che nel sangue è presente un numero di eosinofili inferiore al normale. Le condizioni associate all'eosinopenia comprendono la sindrome di Cushing e la sepsi (infezione grave).

Articoli relativi agli eosinofili su MyPathologyReport

Infiammazione cronica
Infiammazione acuta
Linfocita
Plasmacellule
Neutrofili
basofili
Mastociti

A proposito di questo articolo

I medici hanno scritto questo articolo per aiutarti a leggere e comprendere il tuo referto patologico. Contattaci se hai domande su questo articolo o sul tuo rapporto patologico. Per un'introduzione completa al referto patologico, leggi Questo articolo.

Altre risorse utili

Atlante di patologia
A+ A A-