Malattia minima residua



La malattia minima residua (MRD) è un termine usato per descrivere il piccolo numero di cellule tumorali che rimangono nel corpo dopo il trattamento del cancro. Queste cellule hanno il potenziale di causare ricadute nei pazienti. I test della MRD possono aiutare i medici a determinare l’efficacia del trattamento, il rischio di sviluppare recidive (recidiva) e se è necessario un ulteriore trattamento. La MRD viene utilizzata per monitorare i tumori del sangue e del sistema immunitario come la leucemia e linfoma.

Per testare la MRD, i medici utilizzano campioni provenienti da un prelievo di sangue o da un midollo osseo biopsia. Usano metodi molto sensibili che possono trovare anche una singola cellula tumorale su 1 milione di cellule sane. Questi metodi includono citometria a flusso, reazione a catena della polimerasi (PCR) e sequenziamento di prossima generazione (NGS). Un risultato positivo significa che sono state trovate cellule tumorali nel corpo. Un risultato negativo significa che non sono state trovate cellule tumorali.

 

A+ A A-